Vendeva marijuana e la lasciava consumare in casa, denunciato ad Asti

Nella serata di martedì, 13 agosto, gli agenti della Squadra Mobile della Questura di Asti, coadiuvati dagli equipaggi della Squadra Volante, hanno effettuato un servizio di osservazione nei confronti di un giovane astigiano, sospettato di essere in possesso presso la propria dimora di un non meglio precisato quantitativo di sostanza stupefacente del tipo marijuana.

L’attività è stata avviata in quanto, nei giorni precedenti, gli operatori delle volanti avevano notato un sospetto movimento di ragazzi giovanissimi, alcuni anche minorenni, in un alloggio della centralissima via Brofferio.

Dalle prime indagini è emerso che i ragazzi erano soliti intrattenersi a casa del 22enne, dopo aver acquistato la droga, per fumare marijuana in compagnia .

Durante l’attività di osservazione, nella prima serata dello scorso martedì, il ragazzo è stato intercettato per strada dagli agenti della Squadra mobile, intento ad andare a salutare gli amici prima di intraprendere un viaggio vacanza all’estero.

Il 22enne è stato, dunque, sottoposto ad immediata perquisizione personale estesa poi alla propria dimora, dove all’interno di un mobile della cucina venivano rinvenuti ben gr.160 di marijuana, alcuni semi della stessa sostanza, la somma in contanti di oltre 1.500 euro, frutto della verosimile attività di spaccio, oltre che appunti, ritagli, un bilancino elettronico di precisione ed altro materiale comunemente utilizzato per il confezionamento delle singole dosi di sostanza stupefacente.

Parte della sostanza stupefacente in questione, circa 60 gr., è stata rinvenuta in un tubo in metallo manufatto.

Tale arnese verosimilmente veniva utilizzato per estrarre il concentrato di Cannabis, c.d. BHO, mediante il procedimento chimico che avviene con la miscelazione della marijuana contenuta all’interno dello stesso e gas butano. Processo peraltro molto rischioso in quanto è possibile l’esplosione del gas, provocando ingenti danni a cose e persone.

Il ragazzo, privo di precedenti di polizia, è stato accompagnato in Questura dove è stato fotosegnalato e denunciato per lo spaccio di stupefacente.



In questo articolo: