I pendolari piemontesi scrivono a Tremonti: “Prova un viaggio con noi..”

Caro Tremonti, viaggia con noi. Lo scrivono i pendolari piemontesi che oggi hanno letto sulle pagine dei quotidiani del blitz del ministro dell’economia sull’intercity tra Reggio Calabria e Roma. “Faccia un viaggio sulle tratte ferroviarie del Piemonte – chiedono i pendolari – potrà incontrare i pendolari che ogni mattina salgono sulle vecchie carrette, a volte con le carrozze fredde, a volte surriscaldate e con porte sigillate da catene e chiavistelli d’acciaio”.

I pendolari ricordano poi al ministro il vecchio progetto, che giace in un cassetto di qualche Ministero,“1000 treni per i pendolari” chiedendo uno sforzo per far decollare tale progetto: servono investimenti: a Torino c’è il passante ferroviario, ma mancano locomotori che possano viaggiare in sicurezza nella stazione sottoterra.

“Il grave problema dei pendolari non è di sinistra nè di destra. I circa 3 milioni di pendolari italiani che ogni giorno utilizzano il treno, sono quelli che pur avendo ognuno, una diversa idea politica, ogni mattina si ritrovano a viaggiare tutti insieme sullo stesso treno con gli stessi problemi”.