Il WIFI libero introdotto dalla Regione Piemonte ora si allarga a tutta Italia dopo il Decreto del Fare del Governo Letta

wi-fi-freeIl Decreto del Fare presentato dal Governo contiene importanti provvedimenti per il rilancio dell’Agenda digitale. Il responsabile dell’Agenda sarà Francesco Caio, nominato dal premier Enrico Letta. La nuova agenda digitale prevede  l’introduzione del domicilio digitale, che comprende la carta d’identità elettronica e la casella di posta elettronica certificata e  la liberalizzazione del WiFi che prevede che che gli utenti potranno collegarsi con i loro dispositivi alla rete wi-fi, senza doversi prima registrare al servizio: “E’ stata prevista la liberalizzazione dell’accesso ad Internet, come avviene in molti Paesi europei. Resta però l’obbligo del gestore di garantire la tracciabilità mediante l’identificativo del dispositivo utilizzato. L’offerta ad internet per il pubblico sarà  libera e non richiederà più l’identificazione personale dell’utilizzatore”. Questa decisione è un riconoscimento della lungimiranza della Regione Piemonte, che già nel 2011 con la legge nota come sul WiFi libero aveva riconosciuto l’accesso alla rete come diritto di cittadinanza, aprendo in ogni sua sede territoriale un hotspot libero e senza autenticazione.



In questo articolo: