Goethe ‘testimonial’ del Salone del Libro 2015 di Torino

Campagna_invio_WebIl giovane Wolfgang von Goethe mollemente drappeggiato sullo sfondo della campagna romana: proprio quello del celebre quadro dipinto nel 1787 da Johann Heinrich Wilhelm Tischbein durante il suo viaggio in Italia. Solo che il grande scrittore tedesco non sta posando per un ritratto, bensì per un set cinematografico. Attorno a lui le icone delle eccellenze contemporanee che rendono il made in Italy così apprezzato nel mondo: il cinema, con il regista e il direttore della fotografia; la moda nei due abiti firmati presentati dalla costumista; la cucina e il gusto nel ghiotto carrello del catering; il car styling nell’auto di servizio, una Lancia Y che proprio nel 2015 festeggia i suoi trent’anni. La musica, nel violino Stradivari con la sua custodia originale. E naturalmente il libro nella pila di volumi in bella vista.

È l’immagine guida che accompagnerà il Salone Internazionale del Libro 2015, ideata dall’agenzia Simonetti Studio di Torino e realizzata dall’illustratore Michelangelo Rossino a partire da un tema fisso proposto alle agenzie che hanno partecipato alla gara di creatività: il quadro di Tischbein quale omaggio alla Germania Ospite d’onore del Salone 2015.

Il claim che la accompagna è «Italia, Salone delle Meraviglie»: come dire, l’Italia stessa è un Salone delle meraviglie, e il Salone di Torino ne è il palcoscenico.

L’immagine – come sempre – apparirà sulle campagne pubblicitarie, su materiali di comunicazione, programmi, cataloghi ed è scaricabile in alta definizione da salonelibro.it. E diventerà uno spot diffuso su Rai Radio 1 e Radio 2.