Rinviato a dicembre il processo Eternit Bis in attesa della pronuncia della Cassazione

Si è aperto questa mattina a Torino ed è stato subito rinviato il processo Eternit Bis nei confronti di Stephan Schmideiny, accusato di omicidio colposo per due casi di morte di amianto avvenuti nello stabilimento di Cavagnolo.

Il giudice Federica Florio, vista anche l’assenza di molti avvocati che non si sono presentati aderendo allo sciopero nazionale, ha rinviato l’udienza al 19 dicembre, in attesa che si pronunci la Cassazione il 13 dicembre. Per quella data è infatti atteso l’esito del ricorso della Procura di Torino e della Procura generale del Piemonte contro la decisione del gup Federica Bompieri di cancellare l’accusa di omicidio volontario e di dividere il maxi-processo in quattro differenti tronconi.



In questo articolo: