Zoom Torino, al via il contest per dare un nome al cucciolo di ippopotamo

A ZOOM Torino è arrivato il momento di festeggiare il 1° mese di vita del nuovo abitante del Bioparco, il cucciolo di ippopotamo nato il 6 agosto. Dopo aver scoperto essere un maschietto è stato ora dato il via al contest per assegnargli il nome ufficiale.

I visitatori, partecipando al percorso a tappe (Baby Hippo Days – 12 e 13 & 19 e 20 settembre), potranno non solo scoprire, tramite giochi ed attività di intrattenimento, caratteristiche e curiosità sugli ippopotami, i loro atteggiamenti ed abitudini in natura, ma anche suggerire un proprio nome.

All’ingresso sarà consegnato un passaporto da utilizzare durante la giornata e sul quale apporre, dopo aver superato le varie prove, le soluzioni dei giochi e i timbri che, a fine giornata daranno la possibilità di proporre il nome da assegnare al cucciolo. Un percorso che si compone di 5 tappe e che condurrà i partecipanti all’interno del Bioparco e, in ogni stazione – che corrisponderà ad una differente area del Pianeta – li coinvolgerà in attività speciali: dai quiz con tabelloni a formato gigante a postazioni disegno creativo, dal labirinto con
pericoli e predatori al gioco delle orme.

Si potrà anche votare sul sito web il nome scegliendo tra i 4 proposti dai team del parco:
Team verde (biologi/education) KIBOKO, il nome “Ippopotamo” in lingua Swahili
Team rosso (uffici/bagnini) PhilHIPPO
Team nero (food) MATU’, diminutivo della parola Swahili Matumaini, ovvero “Speranza”
Team giallo (operations) INIKO, che in lingua Swahili significa “Nato in tempi difficili”

Domenica 27 settembre, durante una bellissima festa, sarà finalmente svelato il nome del cucciolo, che verrà scelto da una giuria interna al Parco tra il più votato on line e il più particolare tra quelli proposti durante i Baby Hippo Days.

Il cucciolo è visibile nell’habitat da record Hippo Underwater che ospita tutta la famiglia: il primo al mondo che riproduce l’ecosistema del lago Malawi e che ha una vasca all’aperto di oltre 180.000 lt totali e grazie a due grande vetrate è possibile proprio osservare gli ippopotami nuotare sott’acqua in mezzo ad oltre 2.000 cicilidi, pesci tropicali tipici del lago africano.

Grazie a questo habitat davvero speciale se si è fortunati, si potrà anche vedere l’allattamento sott’acqua. Un momento davvero raro ed imperdibile che, in natura, è impossibile vedere e che pochissimi documentari al mondo sono stati in grado di immortalare.



In questo articolo: