L’Ex Caserma dei Carabinieri di Pinerolo diventerà un centro di servizio per le persone senza dimora

L’Ex Caserma dei Carabinieri di Pinerolo situata in Piazza Santa Croce sarà a breve un luogo destinato all’inclusione sociale. Grazie alla Diocesi e ai fondi del PNRR, con un progetto corale che mette in rete Comune di Pinerolo, Diocesi, Consorzio Intercomunale Servizi Sociali e le principali organizzazioni del terzo settore del territorio, l’immobile diverrà una Stazione di Posta. La Stazione di Posta è un centro di servizio e di inclusione per le persone senza dimora che offre, oltre a un’accoglienza notturna limitata, servizi importanti come quelli sanitari, di ristorazione, distribuzione postale, mediazione culturale, consulenza, orientamento al lavoro, consulenza legale, distribuzione di beni.

La Diocesi di Pinerolo acquisirà l’immobile con un investimento di 400 mila euro: divenendo proprietario della caserma, avrà in questo modo diritto ad accedere a specifici fondi (CEI, donazioni) per la ristrutturazione d’immobili con finalità sociali, per la realizzazione e l’attivazione di servizi funzionali alle persone fragili e senza dimora dislocate sul territorio. Ulteriore canale di finanziamento è 1 milione e 50 mila euro a valere sul PNRR ottenuto dal CISS – con numerosi altri partner del terzo settore pinerolese – per realizzare la Stazione di Posta. Di questi fondi, circa 800 mila andranno in ristrutturazione e arredamento mentre 250 mila saranno spesi per aspetti organizzativi e gestionali.

L’ex caserma dei carabinieri di Pinerolo sarà vincolata per 20 anni a tale uso, come richiesto dal bando (bando Ministeriale: legge n. 134 del 30 dicembre 2021 art. 1 commi 159-171). Tra i comuni della Città Metropolitana, Pinerolo è quello con il più alto tasso di senza tetto e attualmente non c’è un luogo dove le persone senza fissa dimora possano trovare riparo. Il CAN (Centro Accoglienza Notturna) è sottodimensionato e mancano strutture che possano rispondere all’emergenza abitativa di primo livello destinata a donne sole con bambini e nuclei familiari. Realizzando una Stazione di Posta grazie ai fondi PNRR sarà possibile rispondere agli obiettivi di salvaguardia del diritto alla casa, integrazione nella società per emarginati, potenziamento dei servizi per le persone senza dimora posti dal bando.
Vista la centralità della struttura e l’ampiezza adeguata, all’interno dell’Ex Caserma confluiranno i seguenti servizi: dormitorio maschile, dormitorio femminile, mensa – centro diurno, bagni, docce, lavanderia sociale, sportello sociale.

Ad oggi, il progetto di realizzazione della Stazione di Posta comporta un investimento di oltre 2 milioni di euro così ripartiti:
– 400 mila per acquisto immobile da parte della Diocesi di Pinerolo
– 800 mila euro di finanziamenti CEI per la ristrutturazione degli spazi
– 800 mila euro da fondi PNRR per la realizzazione degli ambienti di accoglienza della Stazione di Posta
– 250 mila euro da fondi PNRR per gli aspetti organizzativi e gestionali

L’investimento ha lo scopo di aiutare le persone senza dimora ad accedere facilmente all’alloggio temporaneo, in appartamenti o in case di accoglienza, e offrire loro servizi completi sia con il fine di promuoverne l’autonomia che per favorire una piena integrazione sociale.



In questo articolo: