Taglio del nastro per la 35^ edizione di Vinum

Inaugurata la 35esima edizione di Vinum, kermesse enologia, promossa dal Comune di Alba, con il sostegno della  Regione Piemonte, della Provincia di Cuneo, della Camera di Commercio di Cuneo, della Fondazione Cassa di Risparmio di Cuneo, dell’ente Turismo Alba Bra Langhe Roero ed, infine dell’ente Fiera Internazionale del Tartufo Bianco d’Alba. Vista la recente scomparsa di Pietro Ferrero, magnate dell’industria dolciaria albese, i toni del taglio del nastro sono stati pacati, osservando un minuto di silenzio prima dei festeggiamenti.

Dal 23 aprile al 1 maggio, nel fine settimana, si brinderà lungo le strade del centro storico albese. L’occasione consentirà la presentazione delle nuove annate dei vini di Langhe e Roero e di far conoscere ai visitatori i prodotti tipici delle enoteche regionali, dei consorzi enologici e delle varie botteghe del vino. Cuore dell’evento sarà la “Grande enoteca di Langhe e Roero”, presso il palazzo Mostre e Congressi, in piazza Medford dove sfileranno Moscato d’Asti, Roero Arneis, Barolo, Barbaresco, Nebbiolo, Barbera etc.

Altri banchi di degustazione nel cortile della Maddalena in via Vittorio Emanuele II. Una delle chicche di Vinum è la degustazione guidata de “I vini degli antichi”, ovvero assaggio delle prime bevande alcoliche, idromele, retsina e ippocrasso, a cura di Marco Mozzone, archeologo del museo civico albese Eusebio. Sempre in piazza Medford, il consorzio dell’Asti sarà protagonista di un percorso di scoperta “polisensoriale” delle bollicine dolci più vendute al mondo. I visitatori, non solo leveranno le coppe di Asti Docg, ma potranno provare la sensazione di essere davvero immersi nel perlage dello spumante, entrando nella coppa “virtuale” e continuando poi il percorso fino a giungere all’area del gusto.

23, 25 e 30 aprile, in collaborazione con Slow Food, si svolgerà il “Mercato della Terra” di prodotti agroalimentari genuini. Inoltre, nell’ambito del dibattimento sull’opportunità di istituire una “scuola del vino” ad Alba, giovedì 28 aprile, alle 17.30, nella sala convegni del Palazzo Banca d’Alba, in via Cavour, si terrà l’incontro sull’esperienza francese delle “scuole del vino” per enoturisti e professionisti, introdotto da Jean Charles Servant, direttore dell’ecole des vins de Bourgogne.

Nel week end pasquale si aprirà la prima edizione del festival folk “Cantautori d’Italia” con la direzione artistica di Filippo Cosentino dell’associazione culturale-musicale “Milleunanota” di Alba, che si concluderà con un concerto speciale il 30 aprile in via Pertinace. Altri appuntamenti simili sono previsti per  venerdì 29 aprile alle 22, al teatro sociale “Giorgio Busca” con Eugenio Finardi e sabato 30 aprile, con i Quintorigo in piazza Savona.

In occasione delle due performance musicali, già a partire dalle 18.30 circa, i caffè del centro storico albese, animeranno la città con i loro aperitivi musicali. Per celebrare il 25 aprile e la Resistenza si svolgerà, invece, per le vie del centro cittadino, una fiaccolata. Partenza alle 20 in corso Piave, all’altezza dell’ex caserma Govone, dove alcune lapidi sono dedicate ai partigiani caduti, per proseguire verso il monumento alla Resistenza davanti all’ex casa Fenoglio, in piazza Rossetti. Dopo la fiaccolata, tutti al teatro sociale “Busca” per il concerto di Gianmaria Testa, insieme al clarinettista Gabriele Mirabassi e al contrabbassista Nicola Negrini.

Ma ci saranno anche appuntamenti sportivi. Giovedì 28 aprile  “Un quarto diVinum Maratona”, corsa podistica, non competitiva, per le strade di Alba, mentre domenica 1 maggio gli sbandieratori albesi si esibiranno in piazza Risorgimento con la manifestazione “Bandiere per un amico”. Novità 2011, “Vinum in Cantina”. Dal 23 aprile al 1 maggio, per l’arco dell’intera manifestazione, i produttori vitivinicoli di Langhe e Roero apriranno le porte agli enoturisti, con eventi, varie iniziative e visite guidate.

 

Nella foto: inaugurazione di Vinum. Da sinistra, Alberto Cirio, Giacomo Oddero, Paola Farinetti, Antonio Degiacomi, Maurizio Marello