Cinemambiente 2012: tutti i premi e le menzioni del festival

Sala piena per la premiazione della quindicesima edizione di Cinemambiente che ha visto la vittoria di The Big Fix di Josh Tickell e Rebecca Tickell nel concorso internazionale documentari, Piccola Terra di Michele Trentini nel concorso documentari italiani e Entrée du personnel fra i mediometraggi. Ecco il palmarès con tutti i premi e le menzioni del festival.

 CONCORSO INTERNAZIONALE DOCUMENTARI

La Giuria del CONCORSO INTERNAZIONALE  DOCUMENTARI  composta da Yann Arthus-Bertrand (presidente), Luca Argentero, Neri Marcorè, Kathleen Mullen, Andrew Nisker assegna il premio di 5000 euro offerto da Asja al miglior documentario internazionale a:

 THE BIG FIX

dei  registi

Josh Tickell e Rebecca Tickell

 Il film dei coniugi Tickell contribuisce a tenere in vita il dibattito su un disastro ambientale tutt’altro che risolto, la fuoriuscita di greggio nel Golfo del Messico causato dalla dolosa negligenza della BP, e sottolinea lo stretto legame di connivenza tra gruppi di potere politico e dirigenziale volto a mantenere il consenso e l’annichilimento attraverso rassicurazioni mendaci a discapito della salute delle persone. Una rappresentazione visibile dei danni provocati e un’opera di indagine coraggiosa, anche a discapito della propria incolumità.

PREMIO CONSULTA PROVINCIALE DEGLI STUDENTI DI TORINO

La Giuria, composta da Sean Cappone,  Davide Cappitella, Matteo Passero, Caterina Lajolo, Fabio Nicola, Sara Vellerani  assegna il premio di 1500 Euro offerto da CPS  al film:

CHASING ICE

del regista

Jeff Orlowski

La Consulta Provinciale degli Studenti è orgogliosa di premiare Chasing Ice per la determinazione e la forza mostrate dal regista e dagli attori nel filmare e documentare la grandiosa tragedia del riscaldamento globale. Lottando contro il freddo e contro le condizioni estreme della natura, sacrificando i loro stessi corpi per raccogliere foto che immortalano paesaggi andati e perduti, hanno creato un capolavoro di emozioni e di sensazioni che faranno parte di ognuno per sempre. Il loro lavoro ha un enorme valore come prima indagine e osservazione del riscaldamento globale e della sparizione dei ghiacciai. Questo tributo è un modesto ringraziamento a quei grandi uomini che siamo lieti di considerare ambasciatori verdi dell’umanità.

MENZIONE SPECIALE GREEN CROSS ITALIA:

La Giuria, composta da Elio Pacilio, Marco Gisotti, Maurizio Paffetti   assegna  la Menzione Speciale Green Cross al film

SURVIVING PROGRESS

dei registi

Mathieu Roy, Harold Crooks

Per aver raccontato il nostro comune futuro con la meraviglia del cinema e lo scrupolo dell’antropologia, spostando nella dimensione storica l’analisi ecologica sui modelli di progresso del mondo industrializzato.

CONCORSO DOCUMENTARI ITALIANI

La Giuria CONCORSO DOCUMENTARI ITALIANI composta da Andrea Deaglio, Beppe Gamba, Luca Martinelli assegna il premio CIAL 3000 Euro al miglior documentario italiano al film:

PICCOLA TERRA

del regista

Michele Trentini

Per la capacità di narrare un ambiente trasformato in passato con fatica e in ulteriore trasformazione con una prospettiva futura di speranza. Riconosciamo anche al lavoro di Trentini la capacità di tenere insieme spazi e tempi tra di loro lontani con l’uso efficace di immagini d’archivio e ambientazioni diverse.

MENZIONE SPECIALE LEGAMBIENTE

La Giuria LEGAMBIENTE , composta da Fabio Dovana, Salvatore Venezia, Cristina Maceroni

assegna la Menzione Speciale Legambiente al film :

THE WELL Voci d’acqua dall’Etiopia

dei registi

Paolo Barberi,  Riccardo Russo

“La persona che trova l’acqua non diventa il padrone del pozzo” / “La gente non può litigare nel pozzo”

I concetti di democraticità e sacralità della risorsa acqua, così ben sviluppati in questo documentario, ci inducono a fare una profonda riflessione sull’inestimabile valore dell’oro blu. Un insegnamento che, attraverso la rappresentazione dei suggestivi pozzi cantanti, ci arriva proprio dai pastori Borana del Sud dell’Etiopia, dove la scarsità di acqua, unico bene a cui è legata la sopravvivenza umana e animale, viene combattuta in maniera esemplare attraverso una gestione paritaria, sacra e sociale della risorsa.

Un plauso speciale di Legambiente va anche a Ciar Cumè l’acqua del Lamber, una delle battaglie vissute in prima persona dalla nostra associazione, e a La Crociera delle Bucce di Banana, storia esemplare di cittadina attiva.

CONCORSO INTERNAZIONALE MEDIOMETRAGGI

La Giuria, composta da Carlo Grande, Eleonora Isunza, Umberto Mosca  assegna il premio di 2000 Euro offerto da SMAT  al miglior Mediometraggio al film

ENTR?E DU PERSONNEL

della regista

Manuela Frésil

Per l’ampiezza delle prospettive e la profondità del tema trattato. È un film che concilia la fisicità delle immagini con un forte respiro filosofico e sociologico. Un’opera completa che coniuga l’aspetto documentativo con la dimensione emotiva.

MENZIONE SPECIALE WWF

La Giuria WWF, composta da Fabrizio Bulgarini, Riccardo Fortina, Cristina Maceroni assegna la Menzione Speciale WWF a:

SOBRE RUEDAS: EL SUEÑO DEL AUTOMÓVIL

del regista

Óscar Clemente

Un film sul paradosso della civiltà dell’automobile e sugli effetti di una comunicazione invasiva e persuasiva raccontato con uno stile originale e spesso ironico. Il sogno dell’automobile diventa l’incubo dell’auto-immobile in metropoli sempre più grandi, caotiche e inquinate. Un paradigma dei problemi ambientali più attuali come la dimensione urbana, il consumo del suolo, la produzione di rifiuti e l’uso di fonti energetiche non rinnovabili. Il film intrattiene e costringe lo spettatore a una profonda riflessione sugli attuali stili di vita stimolandolo a cercare nuove soluzioni per ridurre l’impatto dell’uomo sul Pianeta.

PREMIO SPECIALE LEROY MERLIN “LA CASA DI DOMANI”

La Giuria, composta da Luca Pereno, Laura Bisi, Lucia Bucci, Flavio Ghilardi, Simonetta Melon assegna il premio di 5000 euro offerto da Leroy Merlin al film

LA CROCIERA DELLE BUCCE DI BANANA

del regista

Salvo Manzone

Il film affronta in modo costruttivo una delle problematiche della contemporaneità, l’emergenza rifiuti, non attraverso la spettacolarizzazione e la sterile denuncia ma evidenziando l’importanza dell’impegno personale. Grazie a persone come Aimée, la protagonista del film, è possibile cambiare le cose e porre le fondamenta per “la casa di domani”.

Il premio consiste in 5000 euro che saranno consegnati alla produzione o agli aventi diritto in cambio dell’autorizzazione a rendere disponibile il film in streaming gratuito per il territorio italiano sul sito www.cinemambiente.it per la durata di 30 giorni

PREMIO SPECIALE RISTECO “EATING CITY, La città che mangia”

La Giuria, composta da Maurizio Mariani, Sylvie Puissant, Pierre Vuarin assegna il premio Eating City offerto da Risteco al film

CAFETERIA MAN

del regista

Richard Chisolm

Il premio di 5000 euro verrà consegnato alla produzione o agli aventi diritto, i quali dovranno fornire la propria liberatoria per la proiezione del film nell’ambito delle conferenze organizzate da Eating City, l’inserimento del trailer sul sito di Eating City e la possibilità di inserire cinque minuti del film all’interno di un video istituzionale di Eating City.