La Notte dei Ricercatori il 28 settembre in 8 città del Piemonte

Appuntamento la notte del 28 settembre a Torino e in altre 7 città del Piemonte con la settima edizione della Notte dei Ricercatori che quest’anno vuole essere la Notte è ancora più grande: più esperimenti, più ricercatori, più pubblico.  L’evento, promosso e finanziato dalla Commissione Europea e, in Piemonte, sostenuto dalla Compagnia di San Paolo con l’ulteriore contributo della Fondazione CRT e della Camera di Commercio di Cuneo, si svolgerà contemporaneamente in più di 300 città europee con l’obiettivo di far incontrare i ricercatori e il pubblico.

La prima edizione della Notte dei Ricercatori si è svolta nel 2006 nella nostra con una crescita delle  città coinvolte  da 3 a 8, delle attività proposte da 36 a oltre 100, i ricercatori da 90 a più di 500, il pubblico da alcune migliaia a circa ventimila persone.  Il programma prevede laboratori, esperimenti interattivi, giochi, dibattiti e conferenze, performance teatrali, musica dal vivo, talk-show scientifici e dirette radiofoniche: saranno un’occasione speciale in cui grandi e piccoli potranno conoscere più a fondo i ricercatori e il loro affascinante lavoro. Grazie alla partecipazione sempre più ampia degli Atenei e dei Centri di Ricerca piemontesi, le disciplinerappresentate spazieranno dalle scienze matematiche, fisiche, naturali, biologiche e ingegneristiche alle scienze umane e sociali.

A Torino l’appuntamento è in Piazza Castello a partire dalle 17, con Il Rally della Scienza, dedicato ai bambini fra gli 8 e i 13 anni. Seguiranno esperimenti, caffè scientifici, mostre negli oltre 40 stand. Per gli studenti delle scuole superiori: Pizza col
Prof,  in cui giovani e ricercatori potranno chiacchierare davanti a una pizza. Dalle 22.00 si svolgerà  il Talk Show scientifico Il Bosone di Higgs passa per Torino.

Fino a mezzanotte resteranno aperti gratuitamente il Polo Museale Scientifico dell’Università di Torino e l’Osservatorio Astronomico di Torino, con navette gratuite da piazza Castello, il Museo Regionale di Scienze Naturali e il museo “Xké? Il
laboratorio della curiosità della Fondazione per la Scuola della Compagnia di San Paolo. Dalle 20 il Tram dei Ricercatori seguirà
un percorso circolare gratuito nel centro cittadino con capolinea in piazza Castello: al suo interno un gruppo di ricercatori intratterrà il pubblico con esperimenti, giochi e letture.

Ad Alessandria, Novara e Vercelli i ricercatori dell’Università del Piemonte Orientale apriranno le porte dei laboratori del Dipartimento di Scienze e Innovazione Tecnologica (Alessandria) e della Scuola di Medicina (Novara), con cacce al tesoro , esperimenti scientifici e attività dedicate ai più piccoli. A Vercelli in Piazza Cavour, il programma prevede salottini letterari, spettacoli in lingua e un parallelo tra musica e letteratura nelle sale del Museo Borgogna. Ad Asti, alla sua prima edizione della Notte dei Ricercatori, l’evento si svilupperà tra il Polo Universitario e il Centro di Educazione Ambientale WWF Villa Paolina.

A Biella, intrattenimento scientifico nelle scuole e laboratori aperti presso la Fondazione Edo ed Elvo Tempia Valenta a cura di ScienzAttiva. A Cuneo l’evento si aprirà la mattina con lo Speciale scuole e dalle 17 la Notte dei Ricercatori prenderà vita presso la Facoltà di Agraria. A Verbania Pallanza per i cittadini si apriranno le porte dei laboratori del CNR e in Piazza Garibaldi
esperimenti, mostre e giochi no stop fino a mezzanotte.