Fallimento Csea: arresti domiciliari per Perone accusato di bancarotta fraudolenta e appropriazione indebita

cseaE’ agli arresti domiciliari con l’accusa di bancarotta fraudolenta e appropriazione indebita di un milione di euro l’ex-amministratore delegato di Csea, Renato Perone. L’agenzia formativa del Comune di Torino è stata, per lungo tempo, al centro di una complicata vicenda di mancati pagamenti ai fornitori e ai dipendenti che ha portato al suo fallimento lo scorso anno. Il provvedimento di custodia cautelare è stato emesso dal giudice per le indagini preliminari Alessandra Danieli. Interdetto dai pubblici uffici un ex consigliere di amministrazione.