Si attende la sentenza per il processo per bancarotta fraudolenta sul crack Agile – Eutelia

agile eutelia_x600_98d47092852ca3307b73b653c1508c4bVenerdì 12 luglio si terrà presso il Tribunale di Roma, l’ultima udienza del processo contro i manager di Agile ed Eutelia per il crack delle società in cui Isacco Landi, Marcello Massa e Sebastiano Liori sono imputati di bancarotta fraudolenta. A seguire è attesa la sentenza del processo in cui sono coinvolti i responsabili di uno dei peggiori disastri economici della storia italiana in cui sono stati coinvolti mille lavoratori di cui centinaia in Piemonte. Il pubblico ministero Paolo Ielo ha chiesto una condanna a dieci anni di reclusione per Antonangelo Liori e  Claudio Marcello Massa e per  3 anni e 6 mesi di reclusione per Isacco Landi. Ricorda Fabrizio Potetti, coordinatore nazionale Fiom-Cgil per il settore Ict che si è costituita parte civile  insieme a oltre mille lavoratori: “Venerdì 12 luglio, potrà essere un giorno importante non solo per i lavoratori di Agile ex Eutelia, ma per tutti i lavoratori del nostro Paese. Siamo fiduciosi che che siano riconosciute le ragioni dei lavoratori che hanno perso il lavoro, con grave spreco delle loro professionalità, a causa della sistematica spoliazione di valori, asset e attività messa in pratica dalla proprietà e da parte del management. Come Fiom, auspichiamo una conclusione del dibattimento positiva per i lavoratori e per le loro famiglie; ciò anche in riferimento al processo parallelo aperto nei confronti di Samuele Landi, tuttora latitante in Dubai” .

 



In questo articolo: