Secondo l’Arpa del Piemonte Trm ha commesso delle violazioni delle recenti anomalie al termovalorizzatore

Inceneritore GerbidoIn un comunicato l’Arpa del Piemonte ha giudicato i dati a sua disposizione sulle recenti anomalie del 10 a 12 luglio al termovalorizzatore del Gerbido: “Il 10 luglio, alla ripartenza della linea 2 del termovalorizzatore si è verificata un’anomalia di funzionamento dell’impianto che ha causato il superamento del valore limite inemissione del parametro polveri. Persistendo la problematica, l’impianto è stato spento il giorno successivo. I superamenti hanno interessato seppure in modo sporadico anche altri parametri, quali il CO (Monossido di carbonio), NOx (Somma pesata di Monossido di Azoto e del Biossido di Azoto), COT (Carbonio Organico Totale).

In relazione ai valori in emissione e alla condotta di TRM nella gestione dell’evento di anomalia, sono state ravvisati degli elementi in violazione delle prescrizioni stabilite dall’autorizzazione, in relazione ai quali è stata prodotta comunicazione alla Procura della Repubblica.  Dopo lo spegnimento dell’impianto, TRM ha individuato la causa dell’anomalianel malfunzionamento di una valvola facente parte del sistema di abbattimento delle polveri ed è intervenuta eliminando di fatto la possibilità del ripetersi dell’evento. L’intervento correttivo è stato eseguito in via cautelativa anche sulla linea 2 che è stata poi regolarmente avviata il 29 luglio”.



In questo articolo: