In 600 a Torino per dire No inceneritore, Si rifiuti zero

Inceneritore GerbidoCirca seicento persone hanno partecipato ieri a Torino alla manifestazione che protestava contro il termovalorizzatore del Gerbido e contro l’informazione non sempre corretta che buona parte della stampa ha dato in questi mesi e continua a dare a proposito dell’inceneritore. Il corteo è partito da Porta Susa ed è arrivato fin sotto la sede della Rai, muovendosi dietro lo striscione “No inceneritore, Si rifiuti zero”. Al passaggio in piazza Castello è stato inscenato un finto funerale, con tanto di bare di polistirolo, ipotizzando la fine della cittadinanza da qui ad un paio di decine di anni. Tra i manifestanti anche rappresentanti di Sel e Movimento 5 Stelle. La protesta ha anche sollevato il problema dei continui guasti che coinvolgono il termovalorizzatore, sette dall’apertura ad oggi, che ogni volta causano emissioni fuori dai limiti consentiti per legge. Emissioni che secondo Trm non sono tuttavia preoccupanti.



In questo articolo: