#Elezioni2014, Berlusconi: ”Torino ha perso l’11,5% di Pil per la sinistra. Grillo pericolo vero”

berlusconiAl Lingotto di Torino per la campagna elettorale di Gilberto Pichetto, candidato di Forza Italia e Lega Nord per le prossime elezioni regionali, è intervenuto – per quanto in video – Silvio Berlusconi, leader del partito. Dopo un attacco alla Corte Costituzionale e al Presidente della Repubblica, passando per altri argomenti di interessa nazionale e oltre come le sue recenti esternazioni sui tedeschi e i lager nazisti, il 77enne imprenditore si è soffermato su alcuni punti che riguardano il Piemonte e le prossime elezioni.

“Dal 2007 al 2013, la città di Torino ha perso 11,5 punti percentuali di Pil, e questo solo per colpa della sinistra che l’ha governata e la governa”, ha tuonato Berlusconi. “Una sinistra che non è cambiata, nonostante i volti nuovi di Renzi; il governo continua con i suoi aumenti delle tasse, e gli italiani l’anno prossimo dovranno versare 34 miliardi di euro di imposte”. Non solo la sinistra, nel mirino dell’ex presidente del Consiglio: “Grillo è un vero pericolo, come Robespierre, come Lenin e Stalin, tutti capaci solo di distruggere. Eppure in molti lo votano, perchè purtroppo la politica ha dato di sè una brutta immagine”.