Salvo Levaldigi, è aeroporto “di interesse nazionale”

Levaldigi è salvo. Si è parlato di aeroporti nella riunione del Consiglio dei Ministri di ieri e Levaldigi è incluso tra i 38 aeroporti dichiarati “di interesse nazionale”. L’aeroporto del Cuneese che qualche mese fa era a rischio chiusura, è stato salvato da una cordata di imprenditori locali che ha deciso di investire per la salvezza di un asset importante per le imprese e per il turismo della zona.
Qualche mese fa il presidente della Regione Chiamparino aveva manifestato le sue preoccupazioni per i costi, ventilando l’ipotesi chiusura. Era scattata allora l’operazione “Levaldigi – Io ci credo” per sensibilizzare gli operatori turistici del Cuneese, con l’avvio di una raccolta fondi su iniziativa di Ferruccio Dardanello di Confcommercio e Sandro Rulfi di Federalberghi. Intanto dal 18 agosto Ryanair ha ripreso a volare per Alghero, Cagliari e Trapani.
Con l’aeroporto di Torino, Levaldigi entra in quello che il Governo ha chiamato “bacino di traffico nazionale” del Nord Ovest, insieme agli aeroporti di Milano (Malpensa e Linate), Genova, Bergamo e Brescia. L’aeroporto di Torino è stato dichiarato, con altri 11, di “particolare rilevanza strategica”.  Tre i gate intercontinentali: Roma Fiumicino, Milano Malpensa e Venezia.