A San Giorgio Canavese inizia Expoelette, forum internazionale delle donne al governo della politica e dell’economia

Politica, finanza, economia, ricerca: qual è lo sguardo femminile sulla nostra società? Quali risorse, sfide e opportunità caratterizzano oggi il percorso delle donne in Italia e in Europa? Sono alcuni dei temi protagonisti di Expoelette, 1° Forum internazionale delle donne al governo della politica e dell’economia, in programma dal 30 giugno al 2 luglio al Castello di San Giorgio Canavese, a pochi chilometri da Ivrea nella Città metropolitana di Torino.

3 giorni di evento, 9 seminari, libri, concerti, mostre, proiezioni e più di 50 ospiti, per confrontarsi su aspettative e prospettive, approfondendo il punto di vista delle elette e delle donne impegnate nell’economia e nella società civile su temi d’attualità.

Dalle nuove sfide per l’accoglienza di profughi e migranti a quelle per la costruzione di città intelligenti, fino all’evoluzione di Città Metropolitane e piccoli Comuni. Sotto la lente di ingrandimento anche il modello di governance femminile per la finanza, le società partecipate e la cultura (ne esiste uno?), le donne come innovatrici sociali e motori di progresso scientifico, fino al rapporto con la natura e la montagna, un legame quasi simbolico che le vede protagoniste di scalate difficili in tanti ambiti della vita.
Focus anche sul tema della rappresentanza femminile nei CDA, con una finestra sul progetto “Il Rosa e il Grigio”, finanziato dal Dipartimento per le Politiche della Famiglia della Presidenza del Consiglio dei Ministri, e finalizzato a creare rete e scambio intergenerazionale tra senior in ruoli di governance e giovani donne in carriera.

Tra gli ospiti Livia Turco, presidente della Fondazione Nilde Iotti, Roberta Siliquini, presidente del Consiglio Superiore di Sanità, le eurodeputate Lara Comi e Cécile Kyenge.

In chiusura di lavori, sabato 2 luglio, la Tavola Rotonda “Il governo delle donne per costruire un buon futuro”, durante la quale verrà sancita la “Carta di Expoelette”, con obiettivi e strategie per rendere più forte e riconoscibile la voce delle donne nella nostra società.

Expoelette è organizzato dalla cooperativa S&T, in collaborazione con un Comitato promotore al quale hanno aderito 110 esponenti della società civile, e grazie al sostegno di numerose imprese del territorio. L’evento ha ricevuto l’alto patrocinio del Parlamento Ue, oltre ai patrocini della Rappresentanza in Italia della Commissione europea, Camera dei Deputati, Regione Piemonte, Consiglio regionale del Piemonte, Città Metropolitana di Torino, Métropole Nice Côte d’Azur, United Nations Women Italy, Anci, Legautonomie Piemonte, Uncem, Università degli Studi di Torino, Camera di commercio di Torino, Ordine degli Architetti di Torino, ASSIFERO, TAI, Fondazione Medicina a misura di donna, Opera Barolo, Il Giornale delle Fondazioni e Rai Piemonte.

“Expoelette nasce come idea nel 2004 – spiega Alberta Pasquero, presidente di S&T, promotore dell’evento – per creare una grande esposizione internazionale delle idee delle donne. Un luogo dove incontrarsi e confrontarsi”.

La partecipazione a tutti i seminari e gli incontri è gratuita.



In questo articolo: