Il 10 settembre si inaugura il parco Eternot per ricordare i morti per amianto a Casale con il vivaio di Gea Casolaro

Il 10 settembre, nell’ambito della cerimonia per l’inaugurazione del Parco Eternot a Casale Monferrato che ha l’obiettivo di ricordare la memoria dei morti di amianto, vine inaugurata l’opera Vivaio Eternot dell’artista Gea Casolaro realizzato insieme agli studenti dell’Istituto Agrario.

Il Parco Eternot è stato pensato dal Comune di Casale Monferrato per non dimenticare i morti per amianto, nell’area dove sorgeva la fabbrica Eternit, ora bonificata. Eternit iniziò la sua produzione nel 1907 per chiuderla nel 1986 rendendosi responsabile di migliaia di morti causate dal mesotelioma pleurico.

Il Parco Eternot è un luogo della memoria nato per accogliere un’opera d’arte contemporanea attraverso un concorso pubblico che ha visto la partecipazione di 90 artisti in una prima fase da cui poi ne sono stati selezionati cinque selezionati che hanno avuto un mese di tempo per presentare i loro progetti. L’opera di Gea Casolaro è risultata vincitrice.