Stretta al gioco d’azzardo: a Torino slot machine spente la mattina

Da oggi a Torino niente slot machine la mattina.  Le “mangiasoldi” infatti potranno rimanere accese per otto ore al giorno, dalle 14.00 alle 18.00 e dalle 20.00 alle 24.00, spezzando l’orario – su indicazione delle Asl – per evitare sessioni di gioco troppo lunghe.

E’ quanto prevede l’ordinanza entrata in vigore oggi che si richiama alla legge n. 9 emanata dalla Regione Piemonte il 2 maggio 2016 sulle “Norme per la prevenzione e il contrasto alla diffusione del gioco d’azzardo patologico”.

Tale legge infatti prevede, all’articolo 6, che i Comuni, “per esigenze di tutela della salute e della quiete pubblica, nonché di circolazione stradale”, entro novanta giorni dall’entrata in vigore della legge, dispongano limitazioni temporali all’esercizio del gioco per una durata non inferiore a tre ore nell’arco dell’orario di apertura previsto, all’interno di sale da gioco, sale scommesse, esercizi pubblici e commerciali, circoli privati e tutti i locali pubblici o aperti al pubblico.

Il mancato rispetto delle limitazioni all’orario dell’esercizio del gioco sarà soggetto alla sanzione amministrativa pecuniaria, prevista dall’articolo 11 della legge sopra citata, da 500 a 1.500 euro per ogni apparecchio per il gioco, con la chiusura definitiva degli apparecchi qualora vengano commesse tre violazioni, anche non continuative, nel corso di un biennio

 



In questo articolo: