Pendolari Alta velocità Torino-Milano: Trenitalia mantiene gli abbonamenti ma aumenta i prezzi

In una parola: un salasso. Brutte notizie per i pendolari che dell’Alta velocità: Trenitalia infatti ha deciso di mantenere  gli abbonamenti ma aumentando le tariffe nelle ore di punta.  Meglio invece è andato a chi può permettersi di viaggiare in altre fasce orarie: le fasce orarie tra le 9 del mattino e le 17 del pomeriggio, infatti, hanno subìto delle riduzioni.

I prezzi sono stati diffusi dal comitato pendolari della Torino-Milano, che è riuscito ad ottenere la tabella con i nuovi prezzi. Facciamo due conti. Se prima l’abbonamento mensile (utilizzabile in qualsiasi fascia oraria dal lunedì alla domenica) costava 340 adesso, meglio, da febbraio, per avere lo stesso servizio bisognerà spendere 459 euro. Quantificando: 119 euro in più.

Poi c’è  un’altra tipologia di abbonamento valida in tutte le fasce orarie ma solo per 5 giorni a settimana (dal lunedì al venerdì). In questo caso bisognerà spendere 408 euro, ossia 68 euro in più rispetto al passato. 

Oltre a questi ci sono altre due tipologie di abbonamenti: il primo, valido per tutta la settimana ma tra le 9 e le 17, costerà 323 euro; l’altro, valido per 5 giorni e tra le 9 e le 17, costerà 289 euro.

Ricapitolando:

  • Abbonamento da 459 euro per viaggiare da lunedì a domenica in qualsiasi fascia oraria
  • Abbonamento da 408 euro per viaggiare da lunedì a venerdì in qualsiasi fascia oraria
  • Abbonamento da 325 euro per viaggiare da lunedì a domenica negli orari compresi tra le 9 e le 17
  • Abbonamento da 289 euro per viaggiare da lunedì a venerdì negli orari compresi tra le 9 e le 17

Definirla una stangata è fare un complimento”, ha polemizzato il Comitato dei pendolari che viaggiano su quella tratta. Se così è, augurare un buon viaggio, sembrerebbe una presa in giro.