Arrestati a Torino due dei responsabili dell’incendio in cui morirono tre rom in un camper a Centocelle a Roma

Sono stati arrestati a Torino due dei quattro artefici dell’incendio al camper che nello scorso maggio portò alla morte le tre piccole rom Elisabeth, Francesca e Angelica Halilovic.

Gli arrestati sono: Serif Seferovic, 20 anni, e suo fratello Andrea di soli 18 anni. L’indagine è stata condotta dalla Squadra Mobile di Roma, in collaborazione con la Squadra Mobile di Torino, coordinate dalla procura di Roma.

Dopo l’omicidio i i fratelli Serif ed Andrea Seferovic si erano rifugiati in Bosnia. In seguito, hanno fatto ritorno in Italia, stabilendosi a Torino.

L’indagine aveva preso il via subito dopo l’omicidio e aveva portato alla luce il conflitto tra il nucleo familiare Halilovic ed uno dei Seferovic, maturate all’interno del campo nomadi di via Salviati per motivi economici. L’omicidio del 10 maggio è stato preceduto da episodi di litigi e danneggiamenti fra i clan.



In questo articolo: