Spendere meno per la bolletta della luce, oggi si può

Sono numerosi i metodi che permettono di spendere meno per la bolletta della luce. Esistono infatti comportamenti che ci consentono di non sprecare l’energia elettrica, evitando così di avere a fine bimestre dei consumi esagerati. Il primo metodo per spendere meno si basa però sulla ricerca della tariffa migliore disponibile.

Come trovare la migliore proposta
Oggi le compagnie di fornitura dell’energia elettrica presenti in Italia sono numerose; tutto, ovviamente, fanno delle pubblicità interessanti, con l’intento di trovare nuovi clienti. Per riuscire a capire quale sia la migliore proposta presente sul mercato è importante fare qualche considerazione sulle proprie abitudini e sui consumi famigliari. Questa operazione si svolge esaminando le bollette passate, possibilmente una di conguaglio, che ci indica i consumi annuali della famiglia, le fasce di maggiore utilizzo e le tariffe del gestore che utilizziamo al momento. Basta poi confrontare questi dati con le Offerte luce di Eviva, disponibili in rete, per capire se stiamo spendendo effettivamente troppo. Se è effettivamente così è sufficiente contattare la nuova compagnia per attivare il nuovo contratto di fornitura. Con la bolletta di cui sopra tra le mani le operazioni di cambio del gestore sono semplicissime e molto veloci.

Risparmiare con le lampade a LED
Una delle principali cause di consumo energetico in casa è causata dall’utilizzo di lampade di vecchia generazione. Le lampadine a incandescenza son ormai state soppiantate da quelle a fluorescenza, ma in molte case sono ancora presenti i fantomatici faretti alogeni. Queste lampade sono molto luminose e creano una luce di un bel colore ma hanno anche un difetto immenso: consumano moltissimo. A volte abbiamo in casa anche dei lampadari che contano numerosi faretti o lampade alogene, con un consumo assimilabile a quello di un elettrodomestico. Da alcuni anni sono disponibili invece in commercio le lampadine a LED, che hanno un consumo decisamente minimo, non scaldano e hanno una lunghissima durata nel tempo. Inoltre la loro produzione e lo smaltimento sono molto più ecologici rispetto a quelli di qualsiasi altro tipo di lampadina. Se non lo abbiamo ancora fatto sostituiamo tutte le lampade di casa con una versione a LED, ce ne accorgeremo sicuramente a fine bimestre.

Evitare gli sprechi
Ci sono poi numerosi modi per evitare gli sprechi di energia elettrica. Ad esempio a volte collegare un timer all’impianto di climatizzazione consente di utilizzarlo in modo più intelligente, evitando di farlo funzionare quando non necessario, o di farlo partire a massima potenza non appena siamo entrati in casa per abbassare la temperatura. Tra gli elettrodomestici che consumano di più in casa possiamo poi considerare il frigorifero, la lavastoviglie e la lavatrice. Utilizzare queste apparecchiature in modo oculato permette di abbassare vistosamente la bolletta. Cominciamo ad esempio ad evitare di riempire in modo eccessivo frigorifero e freezer; se dobbiamo avviare la lavastoviglie facciamolo solo a pieno carico ed evitiamo di fare cicli di lavaggio a temperature troppo elevate, lo stesso dicasi per la lavatrice, che oggi non è più necessario far funzionare a temperature superiori ai 40°C.