Carrefour Italia e Città di Torino insieme per insegnare ai bambini le buone pratiche alimentari

Nella giornata nazionale contro lo spreco alimentare, le dietiste del SIAN – ASL Città di Torino hanno incontrato i bimbi della Scuola Elementare Coppino nel punto vendita di via C. Colombo per attività di educazione alimentare. L’iniziativa si inserisce nel quadro delle azioni di Carrefour Italia per celebrare la giornata nazionale contro lo spreco alimentare, ed è stata realizzata in collaborazione con l’ASL Città di Torino e con il coinvolgimento di due classi prime della Scuola Elementare Coppini.

Durante la mattinata, nel Market di via Cristoforo Colombo, le dietiste del Servizio di Igiene degli Alimenti e della Nutrizione del Dipartimento di Prevenzione dell’ASL Città di Torino Larissa Manghini e Daniela Agagliati insieme a Marta Casella e Alessia De Stefani collaboratrici di Carrefour Italia, hanno organizzato a beneficio dei bambini attività di educazione alimentare volte a sottolineare l’importanza di frutta e verdura e del buon uso di scarti e avanzi. I bambini hanno inoltre preso parte a giochi per imparare a fare una colazione e merenda equilibrate, inclusa una spesa simulata sotto la supervisione delle dietiste.

“La lotta allo spreco alimentare è una necessità sociale, ambientale ed economica per l’intero pianeta, ed è al centro di numerose azioni promosse da Carrefour Italia nel suo programma Act for Food e nella strategia della Transizione Alimentare – ha detto Alfio Fontana, Responsabile CSR Carrefour Italia -. Secondo la FAO[1], circa un terzo della produzione mondiale di cibo destinata al consumo umano si perde o si spreca lungo la filiera alimentare ogni anno. È fondamentale che sempre più persone siano consapevoli dell’importanza della riduzione degli sprechi: i bambini saranno gli adulti di domani, per questo abbiamo dedicato alle classi della scuola primaria il nostro progetto in collaborazione con ASL Città di Torino”.

“L’obiettivo del progetto è quello di individuare e correggere i comportamenti scorretti che causano lo spreco alimentare, attraverso la promozione di un’adeguata campagna di informazione, formazione e sensibilizzazione che guidi verso stili di vita corretti. – afferma il dott. Alberti, Direttore Generale dell’ASL Città di Torino – I bambini avranno modo, con la loro creatività, di diffondere i messaggi appresi sia all’interno delle loro stesse famiglie, sia ai coetanei, diventando messaggeri di corretti stili di vita, per la salvaguardia della loro salute e del mondo che li circonda.”