Finpiemonte, sequestrati beni per 12 milioni a Gatti e Perlo

La procura della Corte dei conti ha calcolato in 12 milioni di euro il danno erariale causato dallo scandalo Finpiemonte. Questa mattina la guardia di finanza ha compinciato a mettere in atto i sequestri preventivi sui beni dell’ex presidente Fabrizio Gatti e dell’ex direttore generale Maria Cristina Perlo. I finanzieri su incarico del procuratore Giancarlo Astegiano hanno messo i sigilli a case, auto e conti correnti degli imputati.



In questo articolo: