Sigilli agli archivi dell’Anagrafe centrale di Torino

Problemi seri all’Anagrafe centrale di via della Consolata a Torino, che già ha dovuto affrontare le difficoltà organizzative di questi ultimi anni. Le verifiche degli ispettori dello Spresal dell’Asl To1 hanno trovato diverse irregolarità ed hanno imposto la chiusura degli archivi dove sono conservati i materiali cartacei. Per gli impiegati non sarà possibile più accedere a migliaia di cartelle dei cittadini. Per il momento sarà difficile fare cambi di residenza, certificati di nascita e morte e altre pratiche simili. Impossibile sapere quando gli archivi verranno adattati alle condizioni di legge e riaperti.

Molte le irregolarità riscontrate: porte non a norma, muffe negli uffici, mancanza di avvisi e certificati sulle norme antincendio, uso improprio dell’area esterna (dovrebbe essere una via di fuga ed è invece usata come parcheggio per i dipendenti). Il sopralluogo si è chiuso con la consegna di un avviso di garanzia a Monica Sciajno, dirigente responsabile dell’Anagrafe.

Ma la situazione potrebbe perfino peggiorare perchè è stata annunciata nei prossimi giorni una verifica nelle aree aperte al pubblico, quelle degli sportelli. Se ci saranno irregolarità anche in quella zona è probabile che l’Anagrafe venga chiusa al pubblico creando enormi disagi e peggiorando la situazione degli arretrati già molto difficile.

(Screenshot Google Maps)



In questo articolo: