Sanità Piemonte. Il consigliere regionale Magliano: ‘Persi i dati delle esenzioni, i beneficiari chiamati a recarsi all’ASL di persona’

“Regione Piemonte: nel cambio di sistema informatico sarebbe andato perduto il database. Lo segnalano diversi cittadini. Un errore che, se confermato, sarebbe gravissimo. Penalizzate persone con disabilità o con gravi patologie. Chiederò conto di questa situazione a Palazzo Lascaris”. E’ quanto fa sapere Silvio Magliano – Presidente Gruppo Consiliare Moderati, Consiglio Regionale del Piemonte. In una nota il consigliere regionale scrive:

Regione Piemonte: in fase di sostituzione del sistema informatico dell’ASL, non sono stati trasferiti, nella loro completezza, i dati personali da un database all’altro. Risultato: i cittadini titolari di agevolazioni sui farmaci o di altra natura sono di fatto costretti a presentarsi di persona presso gli sportelli per la conferma del proprio diritto alle agevolazioni stesse.

In particolare, a partire dal 1° gennaio di quest’anno risultano persi i codici di esenzione di alcuni cittadini con disabilità. È stata data indicazione ai medici della mutua di indirizzare gli utenti presso gli sportelli ASL

Diverse sono le segnalazioni pervenutemi a questo proposito da un numero significativo di cittadini.
Farò, a questo proposito, le mie verifiche, e chiederò conto di questa situazione a Palazzo Lascaris. Le segnalazioni corrispondono al vero? Quanti sono i casi, esattamente? Quali esenzioni di patologia riguardano?

Se la questione fosse confermata, sarebbe un gravissimo esempio di sciatteria burocratica che penalizza il cittadino, anzi la persona. Non è accettabile che siano i cittadini a dover fornire nuovamente informazioni delle quali le Istituzioni sono già in possesso. A essere penalizzate sono, o sarebbero, persone con disabilità o con gravi patologie, per le quali in certi casi spostarsi è una fatica gravosa non sostenibile.



In questo articolo: