Mattatoio abusivo per la Festa del Sacrificio sequestrato a Mappano

I carabinieri della Compagnia Torino Oltre Dora, in collaborazione con i colleghi del Nas e del Gruppo Forestale, hanno sequestrato a Mappano un mattatoio abusivo. Centinaia di ovini erano pronti per essere macellati in un capannone in occasione della Festa del Sacrificio, una delle più importanti ricorrenze musulmane.

Il titolare dell’edificio, un imprenditore di 64 anni, è stato denunciato per uccisione di animali, ricettazione, abbandono di rifiuti e porto di armi e oggetti atti ad offendere, in quanto è stato sorpreso mentre macellava gli animali senza alcun rispetto delle norme igienico sanitarie relative alla macellazione e allo smaltimento di animali morti. Le successive indagini hanno permesso di identificare e denunciare altre 25 persone che in concorso tra loro hanno partecipato alla macellazione abusiva di capi di bestiame.

Il locale adibito a mattatoio è stato sequestrato, all’interno c’erano 26 capre, di cui 2 rubate, 106 pecore, 1 toro, 1 asino e 1 valigetta con all’interno 10 utensili (coltelli e forchettoni) utilizzati per la mattanza degli animali. I capi di bestiame sono stati dati in custodia all’imprenditore e il servizio veterinario dell’Asl To-4 ha provveduto alla rimozione delle carcasse e delle parti sezionate degli ovini/caprini rinvenuti nel macello clandestino.