La polizia municipale sequestra 33 kg di alimenti mal conservati in un ristorante del centro

Ieri pomeriggio, durante un controllo sulla tutela della salute per il consumatore, gli uomini del Reparto Specialistico della Polizia Commerciale della Polizia Municipale hanno effettuato un’ispezione in un ristorante cinese del centro Città ubicato in via XX Settembre.

Durante il controllo i ‘civich’ hanno rinvenuto diversi alimenti – tra cui ravioli di gamberi, gelatina e tranci di vitello – in cattivo stato di conservazione, acquistati freschi e portati allo stato di congelazione senza l’utilizzo dell’abbattitore di temperatura. Invece altri prodotti – tra i quali polipi, calamari e anatre intere – sono stati acquistati congelati, privi di copertura o sacchetto idoneo alla congelazione.

Il macchinario per il raffreddamento rapido degli alimenti è stato trovato al piano inferiore del locale, posizionato in una nicchia dietro una colonna di sedie impilate, scollegato dalla rete elettrica e utilizzato come dispensa per alcuni pacchi di zucchero.

Gli agenti, inoltre, hanno riscontrato precarie condizioni igienico sanitarie della cucina e, per tale motivo, hanno sanzionato la titolare del locale, una quarantaseienne di nazionalità cinese, che è stata anche denunciata per somministrazione di alimenti in cattivo stato di conservazione, ai sensi dell’art. 5 della Legge 283/62.

32,7 chilogrammi di alimenti sono stati posti sotto sequestro giudiziario.