Troppa fretta di venire al mondo: bimbo nasce sull’Intercity notte Torino-Lecce

Un parto insolito, non c’è che dire. Aveva troppa fretta di venire al mondo il bambino che giovedì 4 marzo, intorno alle 4.20, è nato in piena notte sull’Intercity 757 Torino – Lecce, all’altezza della stazione di Pescara.

La donna che ha messo al mondo il piccolo era con il compagno e i loro due figli. E’ stato proprio l’uomo a dare l’allarme e a chiamare il personale ferroviario. Che, a sua volta, ha contattato il medico.

Come riportato da FsNews, “la capotreno Greta Cirillo, insieme al capostazione Augusto Lancianese, si è prodigata nel dare supporto e rassicurazioni alla viaggiatrice, cercando di metterla a suo agio, ma a ridosso dell’arrivo del 118, alla quasi mamma si sono rotte le acque. Il personale medico, salito a bordo, ha deciso di far partorire immediatamente la donna, finché le lacrime di un neonato hanno riempito di gioia l’intero treno. Alcuni minuti di privacy sono stati lasciati ai genitori che viaggiavano in compagnia dei propri figli, due gemellini di circa un anno, poi l’intera famiglia è stata trasferita nell’ospedale di Pescara.

«Ho provato una profonda emozione – ha confidato Greta Cirillo – e credo che in un periodo storico buio come questo, sia un fortissimo spiraglio di luce per tutti». Trenitalia invierà in regalo alla famiglia un cappello da capotreno, per tenere vivo il ricordo di quei momenti straordinari. Questa volta da un treno si è davvero partiti per un nuovo viaggio.



In questo articolo: