Smantellata una rete di spaccio di cocaina da 100 mila euro al mese tra Novara e Vercelli

Sono nove le misure cautelari chieste nell’ambito delle indagini denominate “The white rooster” della Squadra Mobile di Novara che hanno smantellato una rete di spacciatori che guadagnava circa 100 mila euro al mese tra la provincia di Novara e quella di Vercelli. Dei nove soggetti tre sono in carcere, uno agli arresti domiciliari, quattro con obbligo di dimora e un altro con obbligo di firma.

Le indagini sono partite dopo l’arresto di un uomo residente a Novara con 90 grammi di cocaina purissima. Dal 29enne, P.V., si è arrivati alla rete di altri otto spacciatori che movimentavano un chilo e mezzo di cocaina al mese. Tra questi B.L. di 35 anni, residente nel Novarese  e F.D.  31 anni, che abita nel Vercellese. Tra gli indagati anche un uomo e una donna T.R. di 31 anni, P.G., 47, che lavoravano con M.M. 48 anni, del torinese. Tra gli spacciatori della rete anche lo zio settantenne di uno dei indagati che custodiva e rivendeva la droga.

 



In questo articolo: