Controlli dei Nas negli ospedali piemontesi per verificare la regolarità delle attività sanitarie

I carabinieri NAS, Nucleo Antisofisticazioni e Sanità, hanno eseguito dei controlli negli ospedali piemontesi per accertare la regolarità delle attività sanitarie.

Proprio di ieri la denuncia del Nursind, il sindacato degli infermieri, sul sovraffollamento dell’ospedale Maria Vittoria, dove molti pazienti sono stati sistemati su un pianerottolo delle scale. Stessa scena all’ospedale di Rivoli, con corridoi pieni di lettighe e pazienti in attesa.

I controlli non sarebbero partiti per la segnalazione ma sarebbero parte di una più ampia indagine.

Intanto l’infettivologo Giovanni Di Perri dell’ospedale Amedeo di Savoia minimizza la situazione: “Sono momenti fisiologici che purtroppo accadono non gli darei troppa importanza. Queste cose le abbiamo viste anche con l’influenza, in alcuni inverni del passato: sono situazioni transitorie che fanno riferimento ai tempi in cui il sistema si allarga a fisarmonica per accogliere più malati e poi si restringe quando la curva scende”.

 



In questo articolo: