Chieri, 100 mila euro per la riqualificazione del Parco Levi di frazione Maddalene

È stato approvato il progetto definitivo per gli interventi di riqualificazione e manutenzione del “Parco Levi” in Frazione Maddalene, a Chieri, per un importo complessivo di 100mila euro: lo comunica l’assessora all’Urbanistica e ai Lavori pubblici di Chieri Flavia BIANCHI.

“Il Parco Levi è un importante polo verde presente nel quartiere Maddalene, con spazi per il gioco dei bambini, un campo per il basket ed aree con panchine in prossimità delle alberature – spiega l’assessora Flavia BIANCHI – si tratta di uno spazio strategico per l’incontro e il gioco da parte dei bambini e ragazzi del quartiere e svolge una funzione aggregativa fondamentale. L’area per il gioco del basket necessita di un intervento di rinnovo, perché la pavimentazione si presenta non uniforme e con numerose fessurazioni. Lo stesso vale per i vialetti pedonali di accesso e di collegamento, che presentano dislivelli e fessure, che non rendono agevole il transito, in particolare ai genitori con i passeggini, ai ciclisti e alle persone con difficoltà motoria come anziani e persone con disabilità. Con questo progetto vogliamo valorizzare il Parco Levi quale zona di aggregazione e di ritrovo di tutto il quartiere e non solo, e adatto a tutte le diverse fasce di età”.

Il progetto prevede lavori di sistemazione di tali aree, con la stesa di nuova pavimentazione bituminosa liscia dei vialetti pedonali, senza gradini e dislivelli, ed il posizionamento di cordoli di cemento, mentre per la piastra polivalente sportiva, ovvero il campo da gioco del basket/calcio, si prevede il ripristino di una superficie liscia ed omogenea, con la stesa di primer colorato.

Si prevede anche la sostituzione degli attuali lampioni con nuovi corpi illuminanti a led, di una potenza maggiore e disposti in modo da illuminare uniformemente il campo di gioco, favorendo anche il risparmio energetico; la sostituzione delle attuali attrezzature da gioco (i canestri) con nuove ed idonee attrezzature; l’integrazione dell’arredo urbano con nuove panchine e la sistemazione del verde con messa a dimora di alberi per favorire maggiori zone d’ombra naturale.

L’inizio dei lavori è previsto per i primi mesi del 2022 e dureranno circa 40 giorni.



In questo articolo: