Caso Ream, la procura di Torino ricorre in Cassazione contro l’assoluzione di Appendino, Giordana e Rolando

La procura generale di Torino ha presentato ricorso in Cassazione contro l’assoluzione dell’ex sindaca Chiara Appendino, quella del suo ex capo di gabinetto Paolo Giordana e dell’ex assessore al bilancio Sergio Rolando nel processo di Appello per il caso Ream.

Secondo la procura, quella d’Appello è una “sentenza illogica e contraddittoria. Per la procura “la scelta effettuata dall’amministrazione Appendino di accertare all’attivo l’intero importo di 19,7 milioni senza nulla impegnare al passivo (la caparra da 5 milioni da restituire) è un’operazione che nessuno aveva avuto il coraggio di fare fino ad allora. Con questa scelta l’omessa restituzione del debito verso Ream impatta sugli equilibri di bilancio”. Si tratta del diritto di prelazione dell’area ex Westinghouse e della caparra da 5 milioni versata da Ream.



In questo articolo: