Seguici su

Economia

Festeggiati i 100 anni dello stabilimento di Vinavil a Villadossola. La storia della colla piú usata dagli italiani nata in Piemonte

Vinavil fu inventato dal torinese Carlo Oddone

Avatar

Pubblicato

il

Villadossola – A Villadossola, lo stabilimento di Vinavil, ha festeggiato i suoi primi 100 anni aprendo le porte al pubblico .

La colla vinilica inventata dal chimico torinese Carlo Oddone continua ad essere la più conosciuta dai consumatori italiani.  Vinavil è presente in Italia con due impianti a Ravenna e Villadossola, ma produce specialità viniliche anche negli Stati Uniti, in Canada e in Egitto. Nello stabilimento piemontese entreranno in produzione nei prossimi mesi due nuove linee produttive, con un investimento intorno a nove milioni di euro.

Il nome Vinavil è l’acronimo di Vinil Acetato Villadossola dove fu costruito lo stabilimento nel 1923 in un contesto accessibile per i trasporti, ricco di acqua, materie prime e di centrali per la produzione di elettricità.
Carlo Oddone, inventore del Vinavil, è morto a Romagnano Sesia, il 27 giu 2018 all’età di 93 anni dopo aver vissuto gli ultimi anni con la moglie Lena a Gattinara. Oddone nacque a Torino nel 1924 e si laureò in Chimica presso l’Università di Torino. Dopo la laurea iniziò a lavorare come insegnante e poi come chimico. Negli anni Sessanta, Oddone venne assunto dalla Montecatini di Villadossola per cui inventò il Vinavil, la colla totalmente vinilica che rappresentò una rivoluzione perchè poco costosa e non tossica per l’uomo.

Dopo che la Montecatini venne acquistata dal gruppo Edison Oddone decise di lasciare l’azienda per essere assunto dalla Edilcoloranti con sede a Borgosesia e poi passare alla Univer.

Il prodotto Vinavil nacque a Villadossola nello stabilimento che era stata della Società elettrochimica del Toce dopo che era stata abbandonata la produzione di acetato di cellulosa. Successivamene la Montecatini ,che controllava la Rhodiatoce, quando nel 1966, nacque il gruppo Montedison. Successivamente nel 1972 la Rhodiatoce si fuse per incorporazione, insieme alla Polymer, nella Châtillon per arrivare alla nascita della Montefibre.  Nel 1988 la Montedison conferì le attività della Vinavil alla Enimont, jointventure tra Eni e Montedison, per poi passare all’EniChem, che conferì l’azienda alla controllata EniChem Synthesis.

Mentre la  EniChem Synthesis aveva deciso la dismissione degli stabilimenti Vinavil di Villadossola il marchio e le attività produttive vennero rilevati nel 1994 dal gruppo Mapei per diventare l’attuale Vinavil S.p.A. che ha sede principale a Milano.

Vinavil è uno dei marchi di Mapei di cui rappresenta circa il 10% del fatturato e produce oltre alla celeberrima colla polimeri in dispersione e solidi che vengono impiegati come componenti delle filiere di edilizia, vernici, arredo, tessile, alimentare ed esportati in tutto il mondo.

Secondo Marco Squinzi, Amministratore Delegato Mapei e presidente di Vinavil: E’ ‘ una fabbrica che rappresenta la storia d’Italia, ma anche quella della nostra famiglia. Quasi trent’anni fa Mapei  ha scelto di acquisire gli stabilimenti di Villadossola e Ravenna per rinforzare la capacità produttiva di resine fondamentali per la realizzazione dei propri prodotti. Oggi Vinavil è riconosciuta nel mondo come esempio di impresa moderna, con un’offerta di soluzioni diversificate e innovative, per l’industria e i consumatori, nel rispetto dell’ambiente e della sicurezza delle persone”.

Iscrivi al canale Quotidiano Piemontese su WhatsApp, segui la nostra pagina Facebook e continua a leggere Quotidiano Piemontese

E tu cosa ne pensi?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

adv

Dalla home

adv

Facebook

adv