Seguici su

Salute

Collegno, per la Giornata Mondiale contro l’Aids presentata la mostra Stop Aids, keep the promise

Dall’1 al 5 dicembre, una serie di iniziative per portare avanti il dibattito pubblico sul tema

Elena Prato

Pubblicato

il

COLLEGNO – In occasione della Giornata Mondiale per la Lotta all’Aids 2023, dal 1° al 5 dicembre, nella sala Consiliare del Comune di Collegno, presso il Parco Generale Carlo Alberto Dalla Chiesa (Villa 7), in via Torino 9, una serie di iniziative aperte al pubblico promuoveranno il dibattito sul tema.

 

L’interesse dell’informazione verso l’AIDS è andato progressivamente diminuendo negli ultimi anni, ma i dati mostrano chiaramente come il problema non possa ritenersi risolto: ad oggi, sono infatti oltre 38 milioni le persone malate nel mondo, delle quali 1,7 milioni sono bambini con meno di 15 anni; inoltre, si stima che circa 5,9 milioni di persone non siano a conoscenza della propria positività all’HIV. In Italia, sono stati 382 i nuovi casi di Aids diagnosticati entro maggio 2022. Parlare di HIV e AIDS è quindi necessario per porre ancora l’attenzione sul problema, ribadendo la priorità della prevenzione in tutte le fasce della popolazione, con particolare attenzione alle persone con maggiore fragilità.

 

A tale scopo, venerdì 1° dicembre si terrà l’incontro La comunicazione sui rischi tra parole e immagini, dalle ore 10 alle ore 13, durante il quale sarà presentata la mostra (ad accesso gratuito) Stop Aids, Keep the promise, che raccoglie manifesti sulla prevenzione provenienti da tutto il mondo. Nell’ambito della mostra, si terranno poi dibattiti e laboratori destinati alle scuole e alla cittadinanza, tutti incentrati sul tema delle malattie sessualmente trasmissibili e sulla comunicazione efficace in ambito preventivo.

 

Tutte le iniziative sono organizzate dal Dipartimento Patologia delle Dipendenze della AslTo3, in collaborazione con Cooperativa Valdocco, che gestisce la struttura per pazienti in HIV/AIDS “Casa Verde” a Volvera.

E tu cosa ne pensi?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *