Seguici su

Cronaca

Ex coordinatore della Croce Rossa condannato a 3 anni per stupro: violentò una volontaria negli ospedali di Torino

Gli episodi di violenza sessuale risalgono al periodo compreso tra il 2010 e il 2011. La Cassazione ha respinto pochi giorni fa l’ultimo ricorso

Sandro Marotta

Pubblicato

il

TORINO – La corte di Cassazione ha pronunciato la sentenza definitiva per M.R., ex coordinatore dei volontari della Croce Rossa condannato a 3 anni e 8 mesi per stupro ai danni di una ragazza, all’epoca sua sottoposta.

La vicenda

Tra la primavera 2010 e ottobre 2011 la donna è stata violentata più volte all’interno delle stanze di diversi ospedali della città di Torino. Autore delle violenze era il “superiore” della volontaria, il coordinatore dei volontari della Cri. Proprio l’asimmetria di potere tra i due è stata alla base della condanna, dato che M.R. poteva incidere in modo decisivo sul futuro lavorativo della donna (che aveva un contratto a tempo determinato).

Dopo numerosi rinvii, lo stupratore ha visto cancellati per prescrizione i fatti avvenuti fino al novembre 2010. Restano validi e motivano la condanna tutti quelli avvenuti successivamente, per cui M.R. dovrà scontare 3 anni e 8 mesi. Solo tra 1 anno potrà ottenere qualche beneficio.

E tu cosa ne pensi?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *