Il Piemonte al secondo posto per la qualità delle prestazioni sanitarie



Il Piemonte si piazza al secondo posto in Italia per la qualità delle prestazioni sanitarie. E’ quanto emerge dal “Monitoraggio dei LEA attraverso la Griglia LEA – Metodologia e risultati dell’anno 2015”, pubblicato  dal Ministero della Salute dove si analizza la capacità delle Regioni  di garantire ai cittadini l’erogazione dell’assistenza secondo standard di appropriatezza e qualità.

Il Piemonte sale dal terzo al secondo gradino a pari merito con l’Emilia Romagna a 205 punti, seguono Veneto con 202, Lombardia con 196 e Liguria con 194. Guida la classifica la Toscana con 212 punti (su un massimo di 225),

Il ministero registra in particolare progressi nell’assistenza ai pazienti disabili e ai malati terminali, nella copertura vaccinale antinfluenzale per gli anziani con più di 65 anni e nella prevenzione alimentare.

“Nonostante i sacrifici effettuati per portare la Regione fuori dal piano di rientro e restituire alla nostra sanità l’equilibrio economico, il livello delle prestazioni è cresciuto”, spiega l’assessore alla Sanità, Antonio Saitta.

Ultima modifica: 26 marzo 2018

In questo articolo