Processo Eternit: l’informazione che viene dal basso contro le scelte del Comune

Informare dal basso sulla vicenda della transazione offerta da uno dei due imputati al processo Eternit:  volontari saranno gli stessi cittadini, a partire da venerdì 20 e nei giorni successivi, sotto la bandiera dell’Afeva (Associazione familiari vittime amianto) in piazza Castello a Torino.

La transazione accettata dal Comune di Casale Monferrato mira a ottenere il ritiro della costituzione di parte lesa e la rinuncia a qualsiasi azione giudiziaria per i morti d’amianto (ad oggi circa 1.800). La sentenza arriverà tra una ventina di giorni. “Invitiamo tutti – scrivono gli organizzatori – ad avvicinarsi ai volontari e ai banchetti che ci saranno per solidarizzare, partecipare e informarsi da chi, solo per senso civico e perché cittadino casalese, spende le proprie forze, il proprio tempo e la sua passione”.