Eternit, domani in Senato le audizioni di Guariniello e Caselli

Dopo la storica sentenza di ieri del processo Eternit per le vittime dell’amianto, domani il pubblico ministero Raffaele Guariniello sosterrà la necessità di una Procura nazionale per le malattie professionali e gli infortuni sul lavoro in un’audizione al Senato, nella commissione parlamentare d’inchiesta sulle morti bianche presieduta dal senatore Oreste Tofani.

Insieme a lui sarà ascoltato anche il procuratore capo di Torino, Gian Carlo Caselli. Guariniello presenterà un vero e proprio decalogo in cui in dieci punti spiegherà i motivi della necessità di una procura nazionale su questo tema. Per il magistrato il modello da cui partire è quello francese del Pool de la Santè, con una struttura che abbia competenza su tutta la penisola e contenga anche un osservatorio sulle malattie professionali che raccolga i casi sull’intero territorio.

Quello messo in piedi a Torino ha analizzato finora 26mila casi solo in questa zona. Nell’audizione il pm affronterà anche il problema della norma che vincola i magistrati a cambiare gruppo di lavoro dopo 10 anni e che rischia di smantellare il pool guidato da Guariniello che in questi anni si è occupato tra gli altri, oltre che di Eternit, anche della vicenda Thyssenkrupp e di altri casi legati alle morti sul lavoro.