Fiat, restano a casa i tre operai di Melfi reintegrati dopo la sentenza d’appello

All’indomani della decisione della Corte d’Appello di Potenza che ha stabilito il reintegro dei tre operai Fiom dello stabilimento Fiat di Melfi, che erano stati licenziati dall’azienda perchè ritenuti responsabili di aver bloccato un carrello durante una manifestazione, la Fiat ha inviato ai tre un telegramma in cui comunica di “non ritenere necessario, allo stato attuale, di avvalersi della prestazione lavorativa”.

I tre pertanto resteranno a casa anche se con regolare stipendio. Già ieri il Lingotto aveva annunciato che ricorrerà in Cassazione contro la sentenza d’appello.



In questo articolo: