Pro Vercelli in B dopo 64 anni. Stagione storica per il calcio piemontese

È davvero una stagione indimenticabile per il calcio piemontese. Dopo lo scudetto della Juventus e la promozione in serie A del Torino, l’ultimo colpo di coda l’ha dato proprio la terza squadra più titolata della nostra regione, la Pro Vercelli che in una finale di playoff Lega  Pro al cardiopalma ha avuto la meglio sul Carpi. Dopo lo 0-0 dell’andata, la Pro Vercelli è andata a Modena con l’ambizione di conquistare la promozione cercata per 64 anni. Dopo appena 2’ si è ritrovata in svantaggio sul gol di Ferretti ma il pareggio è arrivato dopo appena 60 secondi con Modolo. Sempre al terzo minuto, ma del secondo tempo, Iammello ha messo a segno il gol del vantaggio, mentre al 35’ Malatesta ha chiuso la questione con un perentorio 3-1.

Si tratta di una promozione storica che consente alla Pro Vercelli di tornare in serie B, categoria nella quale mancava dal 1948. La società che nelle ultime stagioni ha avuto numerosi problemi di ordine economico-finanziario è in assoluto la più titolata d’Italia fra quelle non appartenenti a un capoluogo di provincia. Nei suoi 120 anni di storia il club vercellese vanta ben sette scudetti ottenuti tra il 1908 e il 1922 e sei presenze nel campionato di serie A a girone unico tra il 1929 e il 1935. Dalla stagione 2012-2013 i derby piemontesi saranno quindi due: Juve-Toro in A, Pro Vercelli-Novara in B.