Fanno benzina gratis per 740 euro in distributore lasciato incustodito: denunciati in sette

Sette giovani tra 20 e 30 anni sono stati denunciati in stato di libertà dai Carabinieri per aver fatto benzina, di notte, in un distributore di Poirino  il cui gestore si era dimenticato di attivare la modalità self-service. I denunciati hanno effettuato 14 rifornimenti per complessivi 740 euro e sono stati rintracciati e identificati grazie al loro profilo su Facebook. Il fatto ricalca quello accaduto a Treviolo (Bergamo) lo scorso 10 agosto, quando le persone denunciate furono 48. 

L’indagine era partita dalla denuncia del titolare del distributore che la sera dell’11 agosto, al termine del servizio, ha dimenticato di chiudere le pompe di erogazione non attivando la colonnina del self-service.

I Carabinieri hanno analizzato i filmati delle telecamere dell’area di servizio; tramite la targa di un’automobile hanno identificato uno di loro e tramite i profili di Facebook sono risaliti agli altri. Tutti i giovani hanno ammesso le loro responsabilità mostrandosi disponibili al risarcimento del danno.  Il fatto ricorda un episodio analogo accaduto a Treviolo lo scorso 10 agosto, quando le persone denunciate furono 48.



In questo articolo: