Alba: furto al centro Leclerc, aggrediti carabinieri e guardia giurata

E’ finita male per un taccheggiatore violento, arrestato giovedì 6, verso sera all’ipermercato Leclerc Conad di Alba, in corso Asti. Il giovane, un operaio albanese 24enne che vive e lavora a Canale, si è appropriato di un decoder tv e di altri prodotti esposti nell’area di vendita elettrodomestici del centro commerciale. Visto l’atteggiamento del ladro, alcuni commessi lo hanno notato allertando la guardia giurata in uniforme, presente nel negozio, che ha invitato l’uomo a mostrare lo scontrino per gli articoli che aveva preso, ma alla richiesta il 24enne si è scagliato contro la guardia spingendola a terra. Nel frattempo, sono intervenuti due carabinieri in borghese, fuori servizio, che erano lì per fare acquisti e sono stati distratti dalle urla che, in quel momento, si stavano diffondendo nei locali.

I militari hanno bloccato il malvivente con la refuriva addosso. Poco dopo, sono arrivate anche due gazzelle del radiomobile per sedare il ladro, ancora molto violento. Dopo alcuni tentativi, falliti, di fuga, è stato catturato, la guardia giurata trasferita all’ospedale albese San Lazzaro dove i sanitari del reparto ortopedia lo hanno curato avendogli riscontrato micro fratture al collo e alle mani causate dall’aggressionee, dopo alcune ore, dimesso con una prognosi di 25 giorni.

La refurtiva, del valore di un centinaio di euro, è stata recuperata e restituita dai carabinieri al responsabile della struttura commerciale.     L’albanese arrestato, è stato trattenuto nelle camere di sicurezza della caserma, in attesa che si celebri a suo carico il processo con rito direttissimo al tribunale di Alba. L’accusa è di rapina, lesioni personali, violenza e resistenza a pubblico ufficiale.



In questo articolo: