E’ iniziata l’analisi della relazione sulle spese fuori controllo dei gruppi in Regione Piemonte

palazzo-giunta-regioneE’ iniziata l’analisi delle oltre 400 pagine della relazione sulle spese dei gruppi regionali del Piemonte da parte del pool pubblica amministrazione della Procura di Torino. Oltre ai pm Andrea Beconi ed Enrica Gabetta verranno aggiunti altri magistrati per accellerare l’analisi dei documenti. L’indagine è il prosieguo di quella che nel dicembre scorso aveva portato alla notifica di quattro avvisi di garanzia ad altrettanti consiglieri regionali. Nella prima trance di indagini i militari avevano evidenziato spese evidentemente illecite e altre solamente sospette. I soldi venivano utilizzati per organizzare eventi, trasferte, maxi bollette telefoniche o smartphone o tablet di ultimissima generazione, coffee break per i gruppi consigliari con croissant, panini, tramezzini, alle bevande spesati nei bara alla moda del centro. Nei rimborsi sono finiti pneumatici, revisioni dell’auto, le serate in locali, videogiochi, biancheria intima, abbigliamento per bambini e spesa per la famiglia. Il controllo sui meccanismo dei rimborsi era paurosamente e dolosamente quasi inesistente.



In questo articolo: