Insieme per il lavoro: in mille sotto la pioggia alla fiaccolata per l’occupazione a Torino

fiaccolata-lavoro-torinoPiù di mille persone hanno partecipato nonostante la pioggia battente alla fiaccolata per il lavoro organizzata nel centro di Torino da Cgil, Cisl e Uil che è partita da piazza Castello dietro lo striscione Insieme per il lavoro. Presenti sindacati, rappresentanti delle istituzioni, lavoratori delle aziende in crisi. Durante la fiaccolata sono stati scanditi i numeri della crisi nel torinese. Nell’area ci sono 103 mila i disoccupati e 170 le aziende con oltre 15 mila addetti a cui scadrà la cassa nei prossimi sei mesi, in molti casi non prorogabili. Nel solo mese di aprile sono state presentate per la cassa in deroga 4.200 domande per 8 milioni di ore con 16.500 lavoratori coinvolti. La fiaccolata ha chiesto uno stanziamento di 1,7 miliardi per la cassa integrazione in deroga, misure e risorse per gli esodati, lo sblocco del patto di stabilità agli enti locali per investimenti in lavoro e welfare.

Scrive l’Arcivescovo mons. Nosiglia nel Messaggio diffuso in occasione della manifestazione : “Desidero manifestare a ciascuno dei presenti in piazza, alle organizzazioni sindacali e imprenditoriali, alle associazioni di categoria e alle istituzioni presenti tutta la mia solidarietà in questo momento in cui si sente il bisogno di concentrare tutte le energie civili del nostro territorio sul tema lavoro. Le richieste presentate in questa occasione sono molto precise e opportune, richiedono una risposta che nasca da un impegno rinnovato da parte delle parti sociali all’interno di un orizzonte etico che ha la persona umana al centro delle scelte politiche e non gli interessi di parte. Le fiaccole siano un segno tangibile di speranza che deve essere riposta sempre nella buona volontà degli uomini e nell’aiuto di Dio.

 



In questo articolo: