Seguici su

Lavoro

Si rischia il blocco del Giro d’Italia a Ivrea per l’azione dei lavoratori della ex Olivetti andata in fiamme

Redazione Quotidiano Piemontese

Pubblicato

il

giro-italia-2013I lavoratori che hanno perso il lavoro per l’incendio all’Olivetti di Scarmagno sono pronti  a bloccare la tappa del Giro d’Italia che, martedì prossimo, dalla Francia, arriverà proprio a Ivrea. I sindacati hanno chiaro che la situazione è al punto i rottura: ” Abbiamo invitato i lavoratori alla calma, ma la loro indignazione, in questo momento, è sacrosanta. Comprendiamo lo stato di frustrazione di queste persone e cercheremo di fare il possibile affinché tutti sappiano quello che sta succedendo qui. Stiamo parlando di almeno una settantina di lavoratori che l’azienda, perdendo quei contratti, dovrà lasciare a casa. Il management di CellTel aveva fatto presente questo problema già all’indomani dell’incendio. È incredibile che si sia perso tutto questo tempo.

Siamo pronti a bloccare il Giro d’Italia: le promesse non sono state mantenute,  qui si continua a speculare sulla testa di 300 famiglia”. I sindacati chiederanno al comitato organizzatore della tappa di dare in qualche modo visibilità alla protesta dei dipendenti di Scarmagno.  CellTel e Wirelab, Le due aziende più coinvolte dall’incendio aspettavano da Prelios, il fondo immobiliare proprietario dell’immobile,  delle comunicazioni sui contratti di affitto degli altri capannoni rimasti intatti nella zona per poter riavviare al più presto l’attività.  Però non è arrivata nessuna proposta concreta.

 

Iscrivi al canale Quotidiano Piemontese su WhatsApp, segui la nostra pagina Facebook e continua a leggere Quotidiano Piemontese

adv

Dalla home

adv

Facebook

adv