Il tratto francese della Tav Torino – Lione non è più una priorità per il governo francese lo dice un rapporto d’oltralpe

tgvLa commissione francese  Mobilite 21 presieduta da Philippe Duron, sindaco di Caen e comprendente sei fra deputati e senatori, quattro tecnici, ha presentato il suo rapporto su un quadro nazionale per la mobilità sostenibile. Il rapporto doveva fare ordine nel  piano delle infrastrutture, una sorta di spending review per dare priorità fra i troppi progetti  dato che in futuro ci saranno molti meno soldi da spendere per strade, ferrovie, porti e aeroporti  Il rapporto ha valore consultivo , ma il primo ministro, Jean-Marc Ayrault ha dichiarato di condividerlo.   Secondo il rapporto il tratto francese del discusso progetto Tav che arriverebbe in Valle Susa,  la Lione-Torino è classificata come non prioritaria: dato che Il Comitato conferma l’interesse per il completamento del progetto di collegamento.  Tuttavia non ha potuto accertare che i rischi di saturazione e di interferenza tra le diverse destinazioni d’uso che giustificano la realizzazione del progetto si realizzino prima degli anni 2035-2040. Di conseguenza, si classifica la tratta francese di accesso alla tratta internazionale tra le priorità di secondo livello, qualunque sia lo scenario finanziario considerato.  Si raccomanda il monitoraggio specifico delle condizioni per lo sviluppo del progetto complessivo”.

Il rapporto del Governo Francese



In questo articolo: