Palazzo Mazzola ospiterà il Museo del Palio di Asti – Fotogallery e video

museo-del-palioAsti realizza il suo museo del palio e lo fa nella splendida sede del rinascimentale palazzo Mazzola, nel rione Cattedrale, così com’è stato comunicato alla stampa martedì 3 settembre. Si tratta di un progetto di riqualificazione e destinazione d’uso, visto che dal 1980 l’edificio ospita l’archivio storico della città e continua a farlo. L’allestimento si inserisce in un più ampio programma che prevede alcune opere di restauro e consolidamento tra le quali la costruzione di un ascensore, in modo da rendere più agevole la visita al pubblico. L’intera struttura viene divisa in modo tale da rispettare quelli che sono gli spazi dell’archivio e quelli che, poco alla volta, diventano del museo. La location risponde alle necessità di collocare l’area museale in un luogo istituzionale e rappresentativo del palio e di Asti. Sono già in calendario varie zone su una superficie di 700 mq: esposizione permanente nelle tre sale voltate della manica a sud-ovest, nel pressi del giardino di 150 mq; aree per mostre temporanee; una sala polifunzionale per convegni e altri momenti di incontro; un bookshop, servizi al pubblico; un giardino di 243 mq per ulteriori brevi allestimenti e una deposito ad uso condiviso con l’archivio. Il progetto vuole sviluppare un percorso cronologico e lineare che narri tutte le più importanti tappe del palio nell’arco dei vari anni in cui si è corso, attraverso momenti storici nazionali e locali.

Il museo è motivo di interesse per la città, ma anche di investimento sul palio – spiega Fabrizio Brignolo, sindaco della città – affinché tutti, soprattutto le giovani generazioni, si appassionino alla corsa e a tutto ciò che comporta. La sede, storica e ufficiale, assume un aspetto nuovo e si adatta allo scopo che vogliamo raggiungere. Grazie alla ricollocazione di alcuni fondi regionali ed europei possiamo sostenere le spese per la realizzazione dell’opera che guarda al futuro per accogliere storia, festa e tradizioni di Asti“.

Durante il suo intervento, Alberto Pasta, assessore al Palio, ha elencato l’ordine di esibizione del palio degli sbandieratori 2013. Inizia Don Bosco, seguito da Tanaro Trincere Torrazzo, San Secondo, San Lazzaro, Viatosto, Castell’Alfero, Torretta, San Pietro, San Marzanotto, Santa Caterina, Cattedrale.

[imagebrowser id=659]