Alberi: Provincia di Torino annuncia abbattimento dei platani sulla strada Poirino-Carmagnola

20131120-alberiDopo aver effettuato un check up dei viali alberati ornamentali presenti sulla viabilità extraurbana, la Provincia di Torino aveva deciso l’abbattimento di alcune piante, fra cui cinque platani sulla sp 129, nel tratto Poirino-Carmagnola. Ma l’improvviso schianto, su questo tratto di strada, di un platano che aveva avuto una valutazione favorevole (l‘analisi sulla stabilità delle piante  è stata condotta da un agronomo che si è avvalso del metodo di visual tree assessment, una valutazione visiva che risponde ai protocolli della sezione italiana dell’International Society of Arboriculture, e in caso di criticità è stata approfondita con analisi strumentali) ha imposto un’analisi più approfondita.

Sono così stati esaminati, oltre all’esemplare caduto a metà maggio, alcuni esemplari che si erano ribaltati  negli anni precedenti e infine è stato effettuato un esame a campione su altre piante, scelte fra quelle che all’esame visivo non presentavano nessuna anomalia.

Dagli scavi e dalle analisi è emerso che tutte le piante dell’alberata presentano un avanzato decadimento dell’apparato radicale di quelle che si sono improvvisamente schiantate: sviluppo radicale asimmetrico, scarso sotto la strada, mentre le radici che si sono sviluppate verso i campi mostrano lesioni, forse dovute al frequente passaggio di macchine agricole; infine le concimazioni hanno favorito il moltiplicarsi di radici avventizie sottili che non consentono un forte ancoraggio agli alberi.  A questo va aggiunto che anche le condizioni di “isolamento” delle piante nell’alberata (dovute a precedenti cadute o abbattimenti) costituisce in sé un ulteriore fattore di destabilizzazione delle piante.

Visto che lo stato generale dell’alberata mette a serio rischio l’incolumità di quanti percorrono il tratto di strada (le piante infatti rischiano di ribaltarsi anche in condizioni meteorologiche non particolarmente critiche), la Provincia di Torino ha così deciso l’abbattimento di tutti i restanti 47 platani, che verrà eseguito a partire dalla giornata di oggi.