Costi della politica in Regione Piemonte: il presidente Laus dimezza la spesa per i gruppi consiliari

DSC02460 (FILEminimizer)Inizia con un atto che strizza l’occhio alla spending review il mandato del nuovo presidente del Consiglio regionale del Piemonte, Mauro Laus. L’Ufficio di presidenza ha infatti approvato all’unanimità il taglio del budget per il personale dei vari gruppi consiliari: da 62mila euro a 58mila, cifra che rappresenta il tetto massimo riservato ad ogni consigliere. Inoltre, i Presidenti di Giunta e Consiglio, i vicepresidenti e gli assessori del Consiglio vedranno ulteriormente dimezzata questa quota pro capite, importo che concorrerà a formare il monte stipendi di ciascun gruppo. Con questo provvedimento ha spiegato Laus – la spesa per il personale dei gruppi passa dai 4,7 milioni della precedente legislatura ai 2,6 attuali”. Il neoeletto presidente ha poi ricordato che, per legge, almeno il 40% del budget dovrà essere utilizzato per i dipendenti regionali e ha confermato come, con l’assegnazione delle sedi ai diversi gruppi nei locali (di proprietà del Consiglio) di via Arsenale e via san Francesco si sono liberati altri locali in affitto, con un risparmio annuo di oltre 270mila euro.
Laus ha infine ricordato che ogni gruppo di consiglieri regionali (ridotti per statuto dai 60 della passata legislatura ai 50 dell’attuale) potrà decidere in autonomia se utilizzare l’intero budget previsto o solo una parte.